Il “Cracas” digitalizzato (1716-1758)


 La Biblioteca Casanatense di Roma ha promosso la digitalizzazione parziale del periodico Diario di Roma o Diario d’Ungheria, detto comunemente Cracas.

Il Cracas comparve il 5 agosto 1716 per iniziativa dei fratelli ungheresi Luca Antonio e Giovanni Chracas, con il primitivo intento di rendere di pubblico dominio le notizie della guerra che si combatteva proprio in Ungheria fra l’imperatore Carlo VI e il sultano Achmet III. L’idea ebbe fortuna: cessata nel 1719 la guerra, il giornale seguitò ad uscire e divenne in breve tempo il più importante di Roma.

Per quarant’anni, fino al 1771, la redazione del giornale fu nelle mani di Caterina Chracas, figlia di Lucantonio e arcade romana. Le succederanno nel tempo l’abate Vincenzo Giannini, Gaetano Cavalletti, l’abate Pietro Magnani e Giovanni de Angelis.
Fino al 1894 il Cracas pubblicò, in breve o per esteso, gli avvenimenti religiosi, politici e militari della città e le notizie che ad essa pervenivano dall’Italia e dall’estero: rappresenta dunque una ricchissima fonte di notizie per ricostruire la storia e, soprattutto, la cronaca del XVIII e del XIX secolo.

La digitalizzazione, per il momento, copre le annate 1716-1758.

URL: <http://webif.ifnet.it/Browsie/index.asp>

2 Responses

  1. Sto preparando la tesi di laurea sui Chracas e sul Diario Ordinario. Potreste gentilmente indicarmi la vostra bibliografia per questo articolo. Ve ne sarei infinitamente grato.

  2. I chracas non erano ungheresi, ma provenivano da Venosa…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: