I fondi iconografici della Biblioteca di Storia moderna e contemporanea di Roma


Con il progetto Digima la Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea di Roma intende valorizzare e tutelare i propri fondi iconografici. Finora sono stati acquisiti in formato digitale circa 5.000 documenti iconografici conservati presso la Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea e presso l’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano con il quale, considerando la complementarietà delle collezioni storico-documentarie possedute, è stata stipulata una convenzione. Tra i documenti iconografici acquisiti si segnalano:

  • fotografie del fondo della Prima Guerra Mondiale, nato dalla fusione delle collezioni del Comitato per la storia del Risorgimento e dell’Ufficio storiografico della mobilitazione industriale in Italia;
  • fotografie della Somalia italiana, per la maggior parte di Carlo Pedrini e databili al periodo 1926-1930;
  • fotografie conservate nella Collezione mazziniana e raffiguranti per lo più Mazzini e altri personaggi quali Maurizio Quadrio o luoghi legati alla famiglia Nathan;
  • albumine acquerellate con caricature di personaggi italiani e francesi coinvolti nella presa di Roma del 1870;
  • fotografie in formato cartolina e cartoline dei primi del Novecento diffuse per festeggiamenti e celebrazioni patriottiche legate al nome di Garibaldi;
  • incisioni acquerellate di satira politica relative agli anni 1796-1799;
  • incisioni relative ai secoli XVIII-XIX;
  • incisioni di De Bernardinis sugli avvenimenti legati ai moti di Palermo del 1820;
  • litografie sulla spedizione dei Mille tratte dalle fotografie di Sevaistre;
  • album di caricature politiche dal 1848 al 1870;
  • incisioni, acquerelli e disegni dell’isola di Malta dal XVI al XIX secolo;
  • raccolte di immagini di abiti e paramenti ecclesiastici;
  • piante acquerellate delle zone dove si svolsero i combattimenti della seconda Repubblica romana;
  • album di disegni del diplomatico Guido Navarrini sulla vita a Roma durante l’occupazione tedesca (1943-44);
  • la Danza macabra europea, cinque serie di cartoline illustrate da Alberto Martini edite come cromolitografie a Treviso tra il 1914 e il 1916;
  • cartoline illustrate di Attilio, Bologna, Caramba, Montedoro e altri celebri disegnatori stampate tra il 1915 e il 1919, tra cui numerose colorate a mano;
  • incisioni di Bartolomeo Pinelli su avvenimenti storici accaduti in Italia e Spagna tra il 1808 e il 1814;
  • litografie di Carlo Bossoli sui fatti d’armi delle Campagne d’Italia, tratte dai disegni che costituivano dei veri e propri reportage di guerra;
  • album di caricature: litografie acquerellate di Melchiorre Delfico ed Enrico Colonna;
  • incisioni di Domenico Amici del 1835 sulle principali vedute di Roma;
  • litografie acquerellate che illustrano la vita di Garibaldi scritta da Antonio Balbiani;
  • litografie di Perrin e Watt pubblicate nell’Album del diavolo del 1867;
  • i rarissimi volumi Costumi militari dello stato pontificio 1823-1870, di grande interesse storico documentario per l’estrema accuratezza con cui sono raffigurate, con tecniche diverse, le uniformi dei diversi corpi militari pontifici e delle truppe di stati esteri di passaggio a Roma oltre che di quelle della Repubblica romana;
  • quattro volumi di fotografie che raccolgono immagini relative alle celebrazioni per il Milite ignoto che si svolsero in Italia e nelle colonie nel 1921.

URL: <http://digima.bsmc.it/mind/index.html>

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: