La “Storia di Milano” di Pietro Verri in digitale


La biblioteca digitale DigitaMi offre la possibilità di consultare liberamete in rete la Storia di Milano di Pietro Verri (1728-1797).

1: [Storia di Milano] Tomo primo in cui si narrano le vicende della città incominciando dai più rimoti principi sino alla fine del dominio dei Visconti

Pubblicato nel 1783 dalla Stamperia di Giuseppe Marelli, il primo volume in 4° della Storia di Milano, che si chiude con la morte del duca Filippo Maria Visconti avvenuta nel 1447, non incontrò il favore del pubblico milanese, tanto che Verri amareggiato sospese il lavoro. Fu la dimostrazione di stima ricevuta da Giuseppe II, che lo decorò della “croce di Santo Stefano”, a indurre Verri a riprendere l’opera, dedicandosi alla redazione dei successivi capitoli. Ma la stampa del secondo volume, iniziata nel 1797, fu portata a termine solo nel 1798, dopo la morte dello scrittore.
La prima edizione qui proposta apparteneva a Stendhal, che iniziò a leggerla proprio durante la sua permanenza a Milano. Nella nota in italiano scritta sulla copertina che chiude il volume: «13 Juin 1821 Jo lascio la patria col coriere di Svizera».

Leggi l’opera Scarica il volume in formato RTF

2: [Storia di Milano] Tomo secondo in cui si descrive lo Stato della Repubblica Milanese, il dominio degli Sforza, e de’ successivi sovrani sino ai principi del pontificato di S. Carlo Borromeo

Nel 1797, mentre il secondo volume era già in corso di stampa, Verri morì lasciando la sua Storia incompiuta. L’opera, completata dall’abate Anton Francesco Frisi, che riordinò i manoscritti del Verri, uscì dalla Stamperia di Giuseppe Marelli l’anno seguente [Ivi, nota a pag. 208]. Nel 1824 fu pubblicata una nuova edizione della Storia di Milano a cura del barone Pietro Custodi, che corresse le parti scritte dal Frisi e la continuò fino al 1792. [cfr. la versione scaricabile]
Sono presenti anche in questo secondo volume le annotazioni di Stendhal: sono giudizi e commenti sul testo, ma anche note che appartengono alla sua sfera intima e privata, come quel «qui felice 7.Septembre 1811.» annotato a matita a fianco del casato Maraviglj che dava il nome alla contrada in cui abitava Angela Pietragrua, suo primo amore milanese. [Ivi, pag. 284]

Leggi l’opera Scarica il volume in formato RTF

DigitaMi è una biblioteca digitale di documenti rappresentativi della tradizione storica e culturale di Milano. Il fondo, che comprende opere rare e preziose, spazia dai testi letterari di grandi scrittori milanesi e lombardi a quelli di autori minori, dalle descrizioni di costume alle vicende storiche, senza ignorare le tradizioni popolari e la letteratura dialettale.

La collezione, ad oggi selezionata dal patrimonio della Biblioteca Sormani, si arricchirà del contributo di altre biblioteche milanesi, nello sforzo comune di ricostruire la memoria della città. Vi saranno allora descrizioni di Milano ad opera di viaggiatori e scrittori illustri; repertori iconografici; classici italiani e stranieri apparsi nelle grandi collane di editori milanesi, a testimonianza del ruolo che Milano ha svolto come importante canale di diffusione della cultura straniera in Italia.

Considerato il pregio delle edizioni, si trovano in DigitaMi sia le immagini sia i testi elettronici delle opere digitalizzate, per consentire al lettore il piacere di “sfogliare” un’edizione originale potendo effettuare anche ricerche full-text.

URL: <http://www.digitami.it/presentazione.do>

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: