Archivio storico nazionale dei movimenti contadini: guida ai fondi


Nel settembre del 2008, a seguito di un intervento di riordino finanziato dall’Istituto per i Beni Culturali dell’Emilia Romagna, è stata resa disponibile sul web una guida ai fondi costituenti l’Archivio storico nazionale dei movimenti contadini italiani e il Fondo Emilio Sereni, conservati presso l’Istituto Alcide Cervi di Gattatico (Reggio Emilia).

Dalla pagina di presentazione dell’Archivio:

“Lo strumento permette oggi di orientarsi attraverso le carte, in alcuni casi anche a livello di fascicolo, avendo in gran parte recuperato gli strumenti descrittivi precedentemente approntati durante gli anni ’90 del XX secolo, quando i nuclei archivistici erano depositati presso la sede romana dell’Istituto.

Nel dettaglio, la descrizione è rimasta a livello di serie e sottoserie per quanto riguarda i fondi di Alleanza Nazionale Contadini e Federazione nazionale mezzadri e coloni, mentre è scesa a livello di unità (fascicolo o registro) nei casi delle carte della Costituente Contadina, del nucleo archivistico Emilio Sereni, del Fondo Nazionale Assegnatari, e dei documenti di Confederterra e Federbraccianti, riportando in integrum gli inventari analitici di F. Albanese e di F. Di Giulio, già pubblicati negli Annali dell’Istituto Alcide Cervi, o descrivendo per la prima volta la documentazione”.

Archivio storico nazionale dei movimenti contadini italiani

L’Archivio storico nazionale dei Movimenti contadini italiani raccoglie e organizza i materiali documentari affidati in donazione o in deposito all’Istituto Alcide Cervi da organizzazioni politiche, sindacali e da privati, attinenti alla storia dei movimenti contadini italiani dalle origini ai nostri giorni.

  • Archivio storico della Federazione nazionale mezzadri e coloni (1944-1977)
  • Archivio storico dell’Associazione nazionale assegnatari (1954-1958)
  • Archivio storico dell’Alleanza nazionale dei contadini (1955-1977)
  • Documenti Confederterra-CGIL e Federbraccianti-CGIL (1947-1963)
  • Costituente contadina (1974-1977)

Fondo Emilio Sereni

Fondo librario dato in gestione all’Istituto Cervi dallo stesso Emilio Sereni nel 1972, all’atto della sua costituzione.

L’Archivio di documentazione (1000 buste circa): riflette la vastità degli interessi di Sereni, solito ricercare, collezionare e catalogare una mole enorme di libri e di periodici. Nell’archivio sono, difatti, raccolti materiali tipologicamente diversi (opuscoli, libri, articoli tratti da riviste specializzate, ritagli di giornale e, talora, documenti non a stampa) ma uniti da un nesso tematico. Tale archivio sui generis è suddiviso in due sezioni: la prima (600 buste) è relativa a temi politico-economici (ma anche geografici, archeologici, linguistici, etnografici, folclorici, sociologici, ecc.); la seconda (409 buste) riguarda argomenti di carattere agrario.

URL: <http://www.fratellicervi.it/content/view/243/194/>

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: