La fortuna visiva di Pompei: archivio di immagini e testi dal XVIII al XIX secolo


Pompei

La fortuna visiva di Pompei raccoglie immagini e testi che documentano le varie interpretazioni e percezioni dei monumenti di Pompei dal 1748, anno della sua scoperta, ai primi del Novecento.

Il nome scelto per questo progetto di ricerca, in corso dal 2002 presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, dichiara l’intento di analizzare la percezione dell’antica Pompei, nelle sue molteplici forme e variazioni nello spazio e nel tempo, così come si coglie attraverso la documentazione grafica edita e inedita, privilegiando le testimonianze più antiche e pregevoli.

Oggetti principali della ricerca sono dunque le rappresentazioni figurative in sé (incisioni, disegni, acquerelli, etc.) e la fortuna dei soggetti che in queste sono riprodotti, relativi al sito archeologico e ai suoi monumenti. Obiettivo principale è la ricostruzione critica dell’identità culturale di Pompei, che si ottiene operando una sintesi delle forme e modalità di ricezione delle antichità vesuviane.

Le attività di ricerca e analisi condotte su questa vasta documentazione sono supportate da un Archivio e da una Biblioteca digitali, progettati con la duplice funzione di offrire ai ricercatori uno strumento per l’archiviazione e la gestione di informazioni complesse e risorse tipologicamente diverse (testi e immagini), e di rendere consultabile per tutti attraverso questo sito web un patrimonio culturale e artistico, spesso raro e difficilmente accessibile.

URL: <http://pompei.sns.it/prado_front_end/index.php?page=Home&id=1>

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: