Histoire et littérature de l’Europe du Nord-Ouest: libri ad accesso gratuito

La collana di monografie Histoire et littérature de l’Europe du Nord-Ouest, nata nel 1987 in occasione del bicentenario della Rivoluzione francese, pubblica saggi, atti di convegni, edizioni commentate di testi sulla storia dell’Europa Nord-occidentale.

In occasione dell’inaugurazione del sito dedicato a questa collana, curata dall’Institut de recherches du Septentrion dell’Università di Lille 3 (IRHiS), sono consultabili ad accesso aperto (ma solo in formato HTML) nove monografie:

  • Héros militaire, culture et société (XIXe-XXe siècles)
  • Les Cardinaux de la Renaissance et la modernité artistique
  • De Georges Clemenceau à Jacques Chirac : l’état et la pratique de la Loi de Séparation
  • Les lettrés de la République
  • Archives, archivistes, archivistique dans l’Europe du Nord-Ouest du Moyen Âge à nos jours
  • Bède le Vénérable
  • L’engagement dans la Résistance (France du Nord – Belgique)
  • Élites et sociabilité au XIXe siècle
  • 4000 bourgeois de Lille au XIVe siècle

La collection de livres Histoire et littérature de l’Europe du Nord-Ouest, créée en 1987, compte 50 titres à ce jour. Elle publie des journées d’études, des colloques et, dans une moindre mesure, des éditions commentées de textes sur l’histoire de l’Europe du Nord-Ouest, toutes périodes confondues. La collection est publiée au sein de l’Institut de recherches du Septentrion de l’université de Lille 3 (IRHiS).

URL: <http://hleno.revues.org/>

Francesco Crispi: costruire lo Stato per dare forma alla nazione

Nella sezione «Saggi» della Biblioteca digitale della Direzione generale per gli Archivi è disponibile una nuova pubblicazione (file PDF):

Francesco Crispi : costruire lo Stato per dare forma alla nazione / a cura di Aldo G. Ricci e Luisa Montevecchi. – [Roma] : Ministero per i Beni e le Attività culturali, Direzione generale per gli Archivi, 2009. – xii, 402 p. (Saggi, 93).

Dalla Presentazione (di Aldo Giovanni Ricci):

In occasione del centenario della morte di Francesco Crispi (2001), l’Archivio Centrale dello Stato (diretto allora da Paola Carucci), che ne conserva le carte, almeno per la parte più significativa (le articolazioni dell’archivio elesue vicendesono ricostruite nella relazione di Luisa Montevecchi, responsabile degli archivi privati del nostro Istituto), organizzò il 27 novembre 2001, insieme all’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano (presieduto da Giuseppe Talamo), un convegno, le cui sessioni furono coordinate da Raffaele Romanelli (presidente pro tempore della Società italiana per lo studio della storia contemporanea), che vide riuniti alcuni tra i maggiori studiosi dello statista siciliano e del periodo storico che lo ebbe protagonista della scena politica. I saggi pubblicati in questo volume sono i contributi (non tutti) presentati in quella occasione. […]

Nonostante i non pochi anni trascorsi dall’incontro del 2001, si è ritenuto comunque importante raccogliere e pubblicare le relazioni disponibili per più motivi: anzitutto per il loro valore intrinseco, arricchito, in diversi casi, da ricerche condotte su documentazione ancora largamente inesplorata; poi perché gli studi sugli anni compresi tra il compimento dell’unificazione nazionale e la prima guerra mondiale non hanno conosciuto una particolare fortuna nell’ultimo mezzo secolo; infine perché queste ricerche possono rappresentare un contributo significativo in vista del 150° dell’Unità e dell’auspicabile ripresa d’interesse da parte della storiografia, ma più in generale dello spirito pubblico, nei confronti del Risorgimento e di quell’età liberale che tanto ha contribuito nel far recuperare all’Italia il ritardo accumulato nei confronti della modernità.

URL: <http://www.archivi.beniculturali.it/pdf.php?file=Saggi/Saggi_93_bis.pdf>

Corpus Nummorum Italicorum

Il Corpus Nummorum Italicorum, noto anche come CNI, è un’opera monumentale di numismatica.

Primo tentativo di catalogo generale delle monete medievali e moderne coniate in Italia o da italiani in altri paesi, fu compilato da Vittorio Emanuele III di Savoia con la collaborazione dei più esperti numismatici dell’epoca.

È ancora oggi fondamentale per lo studio e la classificazione delle emissioni delle diverse Zecche italiane a partire dal Medioevo.

L’opera rimase incompiuta a causa dello scoppio della Seconda guerra mondiale. È composta da 20 volumi, pubblicati tra il 1910 e il 1943.

Sul Portale numismatico dello Stato sono disponibili tutti i volumi digitalizzati:

  • Vol. 02 – Piemonte e Sardegna (zecche d’oltremonti di Casa Savoia), 1911
  • Vol. 03 – Liguria e Isola di Corsica, 1912
  • Vol. 04 – Lombardia (zecche minori), 1913
  • Vol. 05 – Lombardia (Milano), 1914
  • Vol. 06 – Veneto (zecche minori), Dalmazia e Albania, 1922
  • Vol. 07 – Veneto (Venezia, Parte I – dalle origini a Marino Grimani), 1915
  • Vol. 08 – Veneto (Venezia, Parte II – da Leonardo Donà alla chiusura della zecca), 1917
  • Vol. 09 – Emilia (Parte I – Parma e Piacenza, Modena e Reggio), 1925
  • Vol. 10 – Emilia (Parte II – Bologna e Ferrara, Ravenna e Rimini), 1927
  • Vol. 11 – Toscana (zecche minori), 1929
  • Vol. 12 – Toscana (Firenze), 1930
  • Vol. 14 – Umbria e Lazio (zecche minori), 1933
  • Vol. 15 – Roma (Parte I – dalla caduta dell’ Impero d’ Occidente al 1572), 1934
  • Vol. 16 – Roma (Parte II – dal 1572 al 1700), 1936
  • Vol. 17 – Roma (Parte III – dal 1700 al 1870), 1938
  • Vol. 18 – Italia meridionale e continentale (zecche minori), 1939
  • Vol. 19  Italia meridionale e continentale (Napoli, Parte I – dal ducato napoletano a Carlo V), 1940
  • Vol. 20 – Italia meridionale e continentale (Napoli, Parte II – da Filippo II alla chiusura della zecca), 1943

URL: <http://www.numismaticadellostato.it/cniVolumi.do?prov=H:BDN:CNI:CNIV>

E-book gratuiti sulla storia e la cultura del Medio Oriente

Le pubblicazioni dell’Istituto francese del Medio Oriente (Ifpo – Institut français du Proche-Orient) diffondono i risultati della ricerca in campo storico e sociologico che riguarda i paesi del Medio Oriente, in particolar modo Siria, Libano, Giordania, territori palestinesi, Iraq.

E’ da pochi mesi disponibile in rete una collezione di libri in formato elettronico (quasi tutti in lingua francese, molti disponibili gratuitamente).

Presses de l’Ifpo takes care of the distribution and promotion of academic research carried out by the Institut français du Proche-Orient (Ifpo) specialising in the Near-East – Syria, the Lebanon, Jordan, the Palestinian territories, and Iraq. Research published covers antiquity to the present day and comes from a number of disciplines in the humanities and social sciences. Presses de l’Ifpo produces at least fifteen works per year (not including co-publications) and has a large historical back catalogue of research (400 works) into the Near East inherited from its founding organisations, which date back to 1922.

URL: <http://ifpo.revues.org/>

The History of Cartography: un manuale di storia della cartografia disponibile gratis in PDF

Sul sito della University of Chicago Press si può scaricare in formato PDF l’opera in due volumi (suddivisi in quattro tomi) The History of Cartography, a cura di J. B. Harley e David Woodward.

La pubblicazione a stampa del primo volume risale al 1987. I tre tomi che compongono il secondo volume sono stati pubblicati nell’arco dei successivi 11 anni.

URL: <http://press.uchicago.edu/books/HOC/index.html>

[via Archivalia]

Los Primero Libros de las Américas: libri del XVI secolo stampati nel Nuovo Mondo

Il progetto Los Primero Libros de las Américas è una biblioteca digitale che contiene la riproduzione di libri stampati in Messico prima del 1601. Si tratta di volumi molto importanti perché rappresentano le primi edizioni stampate nel Nuovo Mondo.

  • Elenco dei libri stampati in Messico nel XVI secolo di cui si ha notizia da fonti bibliografiche (su 220 titoli, 136 sono rintracciabili in almeno un esemplare): il progetto prevede la digitalizzazione di una sessantina di questi titoli.
  • Un video di presentazione del progetto.

Dalla pagina di presentazione in lingua inglese (qui la versione in spagnolo):

Los Primero Libros de las Américas: Impresos Mexicanos del Siglo XVI project will build a digital collection of the first books printed in Mexico before 1601. These monographs are very important because they represent the first printing in the New World and provide primary sources for scholarly studies focused on a variety of academic fields. Approximately 220 unique titles are held in institutions around the world with most held in Mexico and the United States. The initial phase includes eleven (11) first books held by Biblioteca Palafoxiana in Puebla, four (4) held by Biblioteca Lafragua, one (1) held by Biblioteca Franciscana in Cholula, sixteen (16) held by the Benson Latin American Collection at The University of Texas, eighteen (18) held by Cushing Library at Texas A&M and the eight (8) held by the Biblioteca Histórica Marqués de Valdecilla of the University Complutense of Madrid.

The goals of the initial phase of the project are to build a digital collection of approximately fifty-eight (58) of these first books held by the project participants and to demonstrate the technologies, metadata and scanning standards, and value of the collaboration.

URL: <http://primeroslibros.org>

[via Archivalia]

L’Opera omnia di Vico nell’edizione Laterza (con database di ricerca testuale)

E’ disponibile in Rete l’Opera omnia di Giambattista Vico negli 11 volumi dell’edizione Laterza (collana “Scrittori d’Italia”), con possibilità di ricerca integrale delle parole nei singoli volumi.

Il database di ricerca testuale è stato messo a punto dall’Istituto CNR-ILIESI Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle Idee.

Dalla pagina di presentazione del progetto:

Dedicata a uno dei maggiori filosofi italiani, questa applicazione Web nasce nell’ambito della ricerca individuale a tema libero Vico digitale, finanziata nel 2008-2010 dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, sotto la responsabilità scientifica di Marco Veneziani, ricercatore dell’Istituto CNR “Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle idee”.

Obiettivo finale del progetto è di riunire in un prodotto informatico integrato tutti i materiali testuali e lessicali, relativi alle tre redazioni in italiano della Scienza nuova di Giambattista Vico (pubblicate nel 1725, 1730, 1744).

Per predisporre le risorse tecniche necessarie, e anche per la ricognizione o la verifica degli standard oggi disponibili per la rappresentazione digitale di testi e immagini, si è proceduto all’implementazione degli “opera omnia” di Vico pubblicati nel corso del Novecento dall’editore Laterza nella collana « Scrittori d’Italia » (otto volumi di cui il secondo in tre tomi e il quarto in due).

Anche se in parte superati dalle nuove edizioni critiche, i volumi sono ancora oggi, e in larga misura, punto di riferimento degli studiosi, insostituibili per la coerenza dei criteri editoriali di presentazione delle opere, nonché per le ampie note storico-critiche stese dai curatori, principalmente da Fausto Nicolini.

Sono attualmente (a settembre 2010) interrogabili i volumi seguenti: I, II-1, II-2, II-3, III, IV-1, IV-2, per un totale di 494.473 occorrenze nelle varie lingue adoperate da Vico.

URL: <http://151.100.146.63/DirVico/BookReader/html/application.html>